Schema idrico Basento-Bradano: rischio di definanziamento! Ecco i dettagli

I consiglieri regionali della Lega, Dina Sileo e Pasquale Cariello, hanno presentato un’interrogazione sul rischio del definanziamento dei fondi per l’intervento di “completamento dello schema idrico Basento – Bradano – Attrezzamento settore G, pari a 65 milioni di euro, qualora non vengano rendicontati i titoli di spesa, relativi al suddetto intervento, entro e non oltre il 31 ottobre 2019.

dichiarano i consiglieri:

“L’intervento non è stato ancora ultimato, nonostante siano passati oltre 40 anni dalla sua programmazione e nonostante sia nota l’importanza di tale opera pubblica che interessa circa 13mila ettari lordi con un migliaio di aziende agricole che ormai attendono da troppi anni un più efficiente sistema irriguo.

Quest’intervento favorirà l’impiego di manodopera locale oltre a accrescere l’occupazione in agricoltura

Abbiamo ritenuto, pertanto, opportuno interrogare il presidente Bardi e l’assessore Merra circa le azioni che si è inteso mettere in campo per evitare la perdita del finanziamento e quali azioni sono state poste in essere, a tal fine, dal Consorzio di bonifica in quanto soggetto aggiudicatore.

È necessario sbloccare una questione che, nel corso degli anni, ha registrato ostacoli e ritardi di qualsivoglia natura per dare risposte ad agricoltori, sindacati, imprese ed alla comunità del Vulture Alto-Bradano tutta”.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)