Cantinando: manca poco! Tutto pronto a Barile per la festa più attesa dell’anno tra canti, balli e Aglianico! Il programma

Dopo due anni di sospensione ritorna a Barile, Cantinando Wine&Art, festival di musica, cultura, tradizioni popolari ed enogastronomia di qualità ad animare il Parco Urbano delle Cantine di Barile, luogo di grande interesse storico naturalistico, scavato nel tufo vulcanico nel XV secolo dalle popolazioni albanesi e scelto nel 1964 da Pier Paolo Pasolini come set cinematografico per girare le
scene più emozionanti del film “Il Vangelo Secondo Matteo” – la Natività, l’Adorazione dei Magi.

La manifestazione, nata nel 2006 grazie all’Associazione Sisma con l’intento di risvegliare e valorizzare le potenzialità e le risorse della propria terra, è organizzata da alcuni anni da un gruppo di persone da sempre vicine e partecipi nell’organizzazione, rappresentati dall’Associazione Torymus con il patrocinio del Comune di Barile ,Pro Loco l’UNPLI Basilicata, e APT Basilicata e rientrante nel patrimonio immateriale intangibile culturale della Basilicata.

Filo conduttore dell’evento più atteso del Vulture-Melfese che da quattordici anni caratterizza le estati lucane è il rubino della nostra tradizione enogastronomica: l’Aglianico del Vulture.

Numerose le iniziative culturali che animeranno la kermesse; gli attesissimi concerti serali che vedranno alternarsi sul palco di Piazza Pier Paolo Pasolini sempre alle ore 22.00 il 19 Agosto 2022 GRAZIANO LAMARRA& e la sua sperimental crew LUCANIA POWER ASSIEME ALLO SPETTACOLO DELLA TARANTA INFUOCATA, un’originale e profondo connubio tra la musica popolare tricaricese e lucana e le sonorità del mediterraneo in chiave contemporanea ethno-progressive.

“Il battito atavico” sarà supportato dalle “coreografie infiammate” del corpo di ballo ”Medea, la Taranta infuocata”. Uno spettacolo ancestrale denso di Suoni, Danza, Colore e Calore, travolgente e avvolgente che trascinerà il pubblico in un passato recondito, ormai perso nei tempi della memoria.

Un omaggio inoltre al grande maestro Antonio Infantino presente nelle prime edizioni del festival, da poco scomparso e con il quale Graziano Lamarra ha collaborato.

Il 20 Agosto alle ore 22:00 a salire sul palco saranno i ZIMBARIA gruppo di musica popolare salentino fondato dal grande artista Giuseppe Mighali, noto come Pino Zimba.

La loro musica mette insieme atmosfere celtiche e adrenalina Rock con i ritmi travolgenti del tamburello salentino e l’evoluzione vocale e strumentale della Pizzica e della taranta .

Ad aprire la XIV edizione sarà lungo il Viale delle Cantine alle ore 10:00 della mattina del 19 Agosto la consueta presentazione dell’evento, alle ore 10.30 la street art di Cantinando con l’inaugurazione del murales realizzato dall’artista SMAL e i suoi collaboratori, dedicato a Pier Paolo Pasolini per il centenario della sua nascita P.P.P 100, seguirà alle ore 11:00 la visita guidata dal Prof. Antonio Libutti nel Parco Urbano delle Cantine, location pasoliniana del film il Vangelo secondo Matteo.

Le attività pomeridiane saranno dedicate il 19 Agosto ore 17:00 in Piazza Caracciolo ai giochi popolari della tradizione: corsa i sacchi, tiro alla fune e pignate con l’associazione il Giglio e il 20 Agosto al laboratorio del gusto “ Dai grani antichi alla pasta” con l’associazione Slow Food condotta del Vulture e la tecnologa alimentare Luisa Tammone nel Parco urbano delle Cantine – Cantina TERRA DEI RE.

Sabato 20 Agosto in mattina partirà la visita guidata “ALLA SCOPERTA DI BARILE” paese di origine albanese, che con le sue cantine, le stradine che si addentrano nel pregevole centro storico e le sue tradizioni radicate nel tempo, saprà sicuramente incantare facendo vivere un’esperienza unica.

Il pomeriggio del 20 Agosto per celebrare il centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini da non perdere l’appuntamento con la Lectio Magistralis e la presentazione del libro “PPP.PASOLINI PRIMA DI PASOLINI” dello scrittore, saggista prof. Trifone GARGANO alle ore 19 in Piazza Caracciolo in collaborazione con l’ArcheoClub del Vulture Giuseppe Catenacci.

Durante le due serate a partire dalle ore 20:00 i visitatori avranno la possibilità, con l’apertura al pubblico delle cantine, opportunamente illuminate per l’occasione di degustare il rinomato Aglianico del Vulture sia lungo il viale delle Cantine che nell’area n.19 SORSI DiVINI con le etichette pluripremiate delle aziende vitivinicole del Vulture oltre ad assaporare le altre specialità gastronomiche tipiche tra i sapori e profumi del caciocavallo impiccato, pettole, strazzata aviglianese e del piatto tipico arbereshe TUMACT ME TULEZ.. ed ammirare il suggestivo Parco Urbano delle Cantine in un’atmosfera festosa e stimolante.

Lo slogan e l’idea fondante della manifestazione è sempre: “Più vino, meno petrolio”.

Tutto questo rappresenta solo un assaggio per coloro che decideranno di regalarsi due giorni di cultura e divertimento alle pendici del Monte Vulture.

Ecco a voi il manifesto ufficiale realizzato da KALURA MERIDIONALISMO e il programma dettagliato della XIV Edizione, ricco di spunti e maniere diverse per amare questo territorio e scoprire sin dal mattino la cultura, la storia, la magia dei luoghi e godersi le bellezze paesaggistiche del Vulture.

Si ringrazia fin da ora per la collaborazione tutte le forze dell’ordine, le istituzioni pubbliche, i partners commerciali, i fornitori, i proprietari delle cantine, le associazioni locali e tutto lo STAFF dell’associazione TORYMUS.

CONTATTI e maggiori dettagli Pagina facebook Cantinando Wine&Art e istagram Cantinando_Barile

e-mail cantinandobarile@yahoo.com

Ingresso al festival: libero e gratuito

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)