Le chiese di Basilicata fanno sentire la propria voce sulle scorie radioattive! Ecco i dettagli

Le Chiese di Basilicata, che non sono estranee alle vicende che coinvolgono il territorio e alla notizia che in Basilicata sono stati individuati 17 potenziali siti, a fronte dei 67 in tutta Italia, per lo stoccaggio delle scorie, si interrogano offrendo una riflessione e un confronto, per comprendere maggiormente il problema e valutare un eventuale contributo.

Insieme, il Laicato cattolico associato e la delegazione regionale di Pastorale sociale e del lavoro della Conferenza Episcopale di Basilicata, hanno organizzato un dibattito che si terrà mercoledì 27 gennaio, alle ore 19:00 in diretta streaming, per riflettere sul tema.

L’evento è strutturato sull’intervento dei vari rappresentanti da più luoghi di riunione collegati tutti tra di loro da una connessione in videoconferenza che il team del giornale diocesano di Matera-Irsina Logos-Le ragioni della verità ha organizzato.

L’idea generale è quella di far sentire la voce della Chiesa: Vescovi, Uffici Ecclesiali, Movimenti, Associazioni, Laici.

In forza dei suggerimenti che Papa Francesco suggerisce nell’Enciclica Laudato sii, i cristiani devono sentirsi protagonisti di una “conversione ecologica” che produca una “cultura ecologica” in grado di proteggere e valorizzare la casa comune.

Pertanto, risulta doveroso, proprio alla luce del documento della Sogin, approfondire il tema dell’eventuale stoccaggio delle scorie comprendendone “pro e contro”, al fine di poter fornire un eventuale contributo per la redazione di un documento che il territorio lucano potrà dare.

Da Matera, presso il Salone degli Stemmi, si ritroveranno per gli interventi:

  • Il delegato della Pastorale Sociale e del Lavoro della CEB di Basilicata Antonio Giuseppe Caiazzo;
  • Il presidente della Provincia di Matera e sindaco di Montalbano Jonico Piero Marrese;
  • Il sindaco di Matera Domenico Bennardi;
  • Il direttore Delegazione Regionale Pastorale Sociale del Lavoro Filippo Lombardi;
  • Il moderatore del dibattito Lindo Monaco, Presidente della CRAL (Consulta Regionale Aggregazioni Laicali).

Dalla Regione Basilicata ci sarà l’Assessore all’Ambiente ed Energia Gianni Rosa;

Dalla Provincia di Potenza ci sarà il Presidente Rocco Guarino, sindaco di Albano di Lucania.

Inoltre, dalle rispettive sedi i presidenti delle CDAL (Consulta Diocesana delle Aggregazioni Laicali):

  • Giancarlo Grano presidente CDAL dell’Arcidiocesi di Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo;
  • Annamaria Bianchi presidente CDAL della Diocesi di Tursi;
  • Erminia Pantaleo presidente CDAL della Diocesi di Melfi;
  • Massimiliano Burgi presidente CDAL dell’Arcidiocesi di Matera-Irsina.

Inoltre, interverranno:

  • il presidente FISM Edmondo Soave del Direttivo CRAL Basilicata;
  • il ricercatore Franco Vespe della PSL (Delegazione regionale Pastorale Sociale del Lavoro).

Svolgeranno le relazioni:

  • Fausto Santangelo, Ingegnere ambientale, Amministratore CRAL
  • Salvatore Arpaia, Ricercatore, esperto in impatto ambientale.

Intervento conclusivo: Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, Arcivescovo di Matera-Irsina e Vescovo Delegato CEB Pastorale Sociale del Lavoro.a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)