Potenza: la Polizia rintraccia 40enne con problemi psichici e lo riaffida ai familiari!

Nella serata di venerdì scorso, nella stazione di Potenza, la pattuglia della Polizia Ferroviaria ha notato un quarantenne italiano in procinto di partire alla volta di Salerno con un bus sostitutivo delle Ferrovie dello Stato, spaesato e vestitosolo di tuta ginnica, senza giubbotto.

L’uomo, munito di bicicletta, all’apparenza tranquillo e collaborativo, ha raccontato ai poliziotti di essersi allontanato dal suo paese, in provincia di Taranto, per raggiungere il padre a Napoli.

Identificato e controllato dagli agenti, nei confronti dello stesso è risultata una nota di rintraccio inserita dai Carabinieri della provincia di Taranto.

Dalla denuncia è risultata una grave invalidità dell’uomo per problematiche di natura psichica.

Allertati i familiari del rintraccio, gli stessi si sono prodigati immediatamente per raggiungere il congiunto.

Numerosi sono i rintracci effettuati dalla Polizia Ferroviaria nelle stazioni ed a bordo treno, che riguardano per lo più minori o persone con problemi psichici.

Per meglio interagire con tali soggetti in situazione di disagio, il Compartimento Polizia Ferroviaria Puglia, Basilicata e Molise, ormai da anni, cerca di utilizzare il dialogo, per permettere il ricongiungimento con i propri famigliari o l’affidamento a strutture d’assistenza.

Ciò consente di allontanarli da situazioni di pericolo in ambito ferroviario e sui treni.a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)