Potenza, Sanità: “Devo prenotare un esame urgente per mia madre, ma la prima data possibile è a Ottobre”! La denuncia

I disagi causati dalla sanità lucana ai cittadini sembrano non trovare soluzione.

Dopo l’ennesima denuncia, giunta in data odierna, di esami rimandati e prenotazioni finite nel dimenticatoio, ecco quanto dichiara alla Redazione una nostra lettrice:

“Io da giorni cerco di prenotare per mia madre un esame con la richiesta di urgenza e il cup (Centro Unico di Prenotazione) mi indica come prima data possibile il 15 ottobre 2020.

L’esame in questione è di una certa importanza, perché bisogna valutare la sospensione di un farmaco che ha spedito mia madre per ben 3 volte in Primo Soccorso.

Per effettuare l’elettroencefalogramma e la risonanza magnetica devo andare fuori regione e a pagamento.

Queste sono le tristi condizioni dei cittadini lucani.

Il covid ha solo fatto emergere ancora di più problematiche della sanità pubblica che si trascinano da anni.

Per non parlare dei distretti sanitari, in cui le liste di attesa diventano chilometriche e non si sa bene il perché.

Mi auguro che possiate continuare a mantenere alta l’attenzione e la sensibilità verso queste tematiche, perché a pagarne le conseguenze sono sempre gli anziani e le persone più fragili”.

Come sempre, auspichiamo che la situazione possa risolversi per il meglio così da scongiurare inutili sciagure.

Vi siete trovati anche voi nella stessa situazione?a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)