Basilicata, bollette acqua: “migliaia le fatture con importi riferiti a consumi risalenti a più di due anni”. Ecco come fare reclamo

Rocco Ligrani, Presidente Federconsumatori Basilicata, in un comunicato stampa dichiara:

“L’articolo 1, comma 295 della Legge di Bilancio 2020 ha disposto l’abrogazione della norma che escludeva la prescrizione biennale nei contratti di fornitura del Servizio Idrico tra gli utenti e i gestori qualora ‘la mancata o erronea rilevazione dei dati di consumo derivi da responsabilità dell’utente’ (Art. 1, comma 5, Legge di Bilancio 2018).

Per effetto di tale importante novità legislativa, dal 01/01/2020 la prescrizione biennale ha per presupposto il mero decorrere del tempo.

L’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente – ARERA ha adeguato la regolamentazione della materia alle disposizioni dell’art. 1, comma 295 l. cit. e, con Deliberazione del 26 maggio 2020 n. 186/2020/R/IDR, ha sancito che è superata la distinzione tra i casi in cui il ritardo di fatturazione di importi riferiti a consumi risalenti a più di due anni sia attribuibile a responsabilità del gestore e quelli in cui il ritardo sia presumibilmente attribuibile all’utente finale.

Anche Acquedotto Lucano, in qualità di gestore del S.I.I. per tutti i 131 Comuni della Basilicata, si è dovuto adeguare necessariamente a queste modifiche: però, poiché l’eccezione di prescrizione deve essere sollevata dall’utente destinatario della fattura con importi riferiti a consumi risalenti a più di due anni, Acquedotto Lucano ha predisposto un apposito modello, allegato alla fattura di conguaglio, con il quale l’utente può esprimere la propria volontà di non pagare detti importi.

Precisiamo che, una volta compilato in tutte le sue parti, il modello deve essere rispedito ad Acquedotto Lucano in una delle seguenti modalità: via posta elettronica certificata – PEC, fax o posta.

Ad oggi, stimiamo che potrebbero essere migliaia le fatture con importi riferiti a consumi risalenti a più di due anni emesse da Acquedotto Lucano dopo il 01/01/2020.

Come Federconsumatori Basilicata, Vi invitiamo a leggere con attenzione le fatture emesse da Acquedotto Lucano e controllare se sono stati fatturati importi riferiti a consumi risalenti a più di due anni.

In tal caso, Vi invitiamo ad esprimere tempestivamente la Vostra volontà di non pagare detti importi secondo la modalità sopra descritta.

I volontari degli sportelli Federconsumatori presenti sul territorio lucano sono a disposizione degli utenti per ogni ulteriore informazione e/o chiarimento in merito alla prescrizione biennale.

E’ possibile altresì contattarci telefonicamente o via mail”.

a
a

POTENZANEWS.NET®
(Autorizzazione Tribunale n. 465)